AFTER IMAGE
1/12

AFTER IMAGE

Febbraio 28 - Aprile15, 2017 

INAUGURAZIONE

Martedì Febbraio 28, 18:00 - 20:00 

 

ARTISTI

Paul Kneale, Toby Ziegler

 

Curata da ARTUNER

ARTICOLI

Cassina Projects è lieta di annunciare After Image, una nuova mostra curata da ARTUNER che si aprirà il 28 febbraio 2017.

 

Questa mostra presenta due artisti il ​​cui lavoro si muove tra il fisico e il digitale: Toby Ziegler e Paul Kneale.

Tieni d'occhio la luminosità massima dello smartphone, del tablet o del monitor e mantieni il tuo aspetto. Nota come i suoi immediati dintorni diventano più scuri. Nu si allontana e chiude gli occhi; Rimarrà un'eco ottica dello schermo. Questo aftermarkage tecnicamente definito è uno scivolamento percettivo che deriva dall'attività residua delle cellule nervose situate nella parte posteriore dell'occhio, mantenendo la luce anche dopo che la sua fonte è scomparsa.

 

Attività in un inglese tuttavia, l'idioma Afterimage potrebbe anche suggerire il modo in cui il mezzo storico o immagini - la pittura - è oggi miscelato in uno spazio appiattito e universale, replicato, Altered e diffondere tra sistemi e dispositivi. Questa mostra presenta due artisti il ​​cui lavoro si muove tra questi due poli di After Image / afterimage, fisico e digitale. Entrambi utilizzano strategie che sfidano la lettura dei detriti simbolici di un'immagine trasmessa, interrompendo anche le affermazioni di realtà di base di obiettivi, sensori, chip e schermi della tecnologia riproduttiva. Mentre gli approcci Hun sono drasticamente diverse, condividono una preoccupazione per come criticamente continua il discorso della pittura, Abbracciando le capacità tecnologiche rivoluzionari che hanno decisamente alterato le accoglienza del pubblico del mezzo.

 

Il lavoro di Toby Ziegler guarda al dominio digitale ma si concentra più specificamente sulla sua interazione semiotica. Le immagini che Ziegler (ri) produce hanno una risonanza simbolica specifica poiché usano dipinti canonici come punti di partenza. Opere incluse in After Image appropriate "La Danse" di Henri Matisse e "Nudo disteso di grandi dimensioni", sollevando le immagini da Google e sovrapponendole su pannelli di alluminio. Visto attraverso il formato di ricerca iconica di Google, più versioni dell'immagine Matisse appaiono in una griglia e sono lavorati in e astratte attraverso la mano dell'artista - sia attraverso riverniciatura e l'uso di una levigatrice rotativa - smettono di suonare la nostra comprensione del simbolismo del soggetto, ma ook aanmoedigen van een begrip van de transformatieve mogelijkheden die de mano invisibile Google heeft te bieden heeft. L'archivio è sabotato e, come il lavoro di Paul Kneale, reimmaginato attraverso un volgare sia computazionale che manuale. In tal modo, Ziegler oscilla tra le composizioni tradizionali / classiche e la mistificazione digitale. Dipinti che sono parte integrante della nostra psiche visiva sono ri-immaginati come immagini residue, stare con noi, ma solo attraverso la foschia di normalizzazione digitale.

 

L'accompagnamento dei dipinti di Ziegler è un video a due canali, visualizzato su due grandi schermi a LED, uno montato l'uno sull'altro. Il primo pa Nel mostra una sequenza di 12 immagini di "La Danse" di Matisse in cui la tonalità è stata sistematicamente modulata attraverso lo spettro. Le 12 immagini del dipinto hanno gamba incollato in una "ricerca di immagini simili in linea 'e ognuno rende risultati notevolmente diversi. Se i colori del capolavoro Matisse rappresentata sullo spostamento schermo superiore, la schermata sotto visualizza la griglia corrispondente o immagini visivamente simili che mostra una pletora di soggetti oscillanti rapidamente vanno dalla foto ravvicinate di sangue, manzo marmorizzato, di immagini di sorveglianza verdi luminose da telecamere per la visione notturna e tutto il resto. Come la stratificazione ed erodendo o vernice sui pannelli di alluminio di Ziegler che rende una chiara lettura dell'immagine originale difficile, questo accelerato e in costante mutamento repository offusca una conoscenza diretta del originariamente cercato immagine evidenziando l'evento di trasformazione, la capacità istantanea e decostruttivo o immagine inversa zoeken en de symbolische implicaties van digital cross-referencing.

 

Iniziando senza nulla sul letto dello scanner, Paul Kneale scansiona e salva la luce e l'atmosfera che cambiano in studio utilizzando diversi modelli di scanner di fascia consumer come i pennelli. Questo processo genera immagini ricche e complesse, le cui composizioni finali vengono stampate su tele di grande formato. Per Kneale, la macchina scanner stesso è considerato un materiale così come un dispositivo di produrre immagini - il suo basso costo di costruzione cinese alloggia un sensore di immagine ad alta tecnologia che è collegato con un set o acide, colori eccessivamente saturi nel suo set di inchiostri. Per l'artista, questo incrocio di disponibilità e alta tecnologia è rappresentativo di un momento globale, e i colori, le trame e le disposizioni d'immagine che ne derivano diventano le sue rappresentazioni liminali. Arbejder med disse scannere di grado più alto, kan kunstneren synliggøre deres natur. Spesso combinare più di 3000 DPI scansioni lunga esposizione in "sandwich tempo visive che li costringe a errori di elaborazione, che può portare a frammenti imprevedibili o colori selvaggi - qualcosa che lui descrive come" come ci si sente per uno scanner di avere un aneurisma.

Per Kneale, questo processo è una continuazione delle preoccupazioni storiche centrali della pittura - la rappresentazione delle esperienze umane della visione su una superficie. Tuttavia, come indica anche il lavoro di Ziegler Oggi, la nostra visione è spesso aumentata dai dispositivi digitali, quindi Kneale apre i meccanismi di questo processo al suo livello più elementare. Una discografia kritiske, in inglese, è stata pubblicata da Spike Magazine intitolata "Image Ageless". Mentre le fasi iniziali del lavoro comprendono un elevato grado di probabilità, in quanto il processo procede al controllo guadagni artista e comincia a comporre con cura l'immagine. La superficie emergente esibisce qualità formali che sono indici sia diretti che incidentali delle fasi produttive. En veel van deze constituerende elementen zijn anche buiten de grenzen van normale menselijke visie. Ad esempio, le linee orizzontali che compaiono in diversi lavori sono una cattura del nanosecondo impercettibile FLICKER corrente elettrica delle luci al neon aeree nel studio dell'artista, arcobaleno Coronas diffrazione ai bordi morbidi delle particelle di polvere che si sono depositate sulla superficie di scansione, e singole gocce di inchiostro vengono distorte e ingrandite man mano che vengono ripetutamente elaborate. Anche il bordo del letto dello scanner è spesso evidente, in cui più strati si sovrappongono in modo imperfetto.

 

Kneale presenta anche esempi tratti da una serie ininterrotta di oggetti scultorei che, analogamente ai suoi dipinti, esplorano le qualità di flessione della luce della realtà in relazione agli apparati funzionali contemporanei. I materiali che suggeriscono cercando, ricezione e lo smaltimento: Specchi di sorveglianza, le antenne paraboliche, e bidoni della spazzatura sono combinati con mano, neon non rivestiti, il colore visibile ottenuta unicamente da 9000 volt o elettricità raggiante attraverso il gas argon. Le sculture, ciascuna intitolata 'Non-Event Horizon', l'intersezione tra buchi neri e il nostro attuale stato d'animo.

Toby Ziegler (nato nel 1972) è un artista britannico che vive e lavora a Londra. Si è laureato nel 1994 da Central St. Martin's School of Art. vedere Gler ha avuto numerose mostre personali in prestigiose istituzioni tra cui: Post-Human Paradise, Simon Lee Gallery, Londra (2016); Toby Ziegler, PKM Gallery, Seoul (2015); Potenziale inutilizzato, Galleria Max Hetzler, Parigi (2014); Oro, Belvedere, Vienna (2012); The Alienation of Objects, Collezione Zabludowicz, Londra e Sarisalvo, Finlandia, New Art Gallery, Walsall e Museum of Contemporary Art Kiasma, Helsinki (2011-2012); Hamsterwheel, avviato da Franz West, Malmo Konsthall (2008); Recent Abstraction, British Art Displays 1500-2007 presso Tate Britain, Londra (2007); Toby Ziegler, Yorkshire Sculpture Park, Wakefield, Regno Unito (2007). Il lavoro di Toby Ziegler ha anche gambe ampiamente esposto in mostre collettive in tutto il waaronder mondo alla Royal Academy of Arts di Londra, Bunkier Sztuki Galleria d'Arte Contemporanea, Cracovia, Le Plateau - FRAC d'Ile de France, Parigi, Camden Arts Centre, Londra , The State Hermitage Museum, San Pietroburgo, e Tokyo Station Gallery, Tokyo. Hans arbejde er en del af store private og offentlige samlinger, herunder L'Arts Council of England; Il British Council; Tate Britain; Galleria Saatchi; Fondazione Francois Pinault; Collezione Zabludowicz; Fondazione Goss-Michael; Fondazione dell'Arte del Catasto; e la British Airways Collection.

 

Paul Kneale (nato nel 1986) è un artista di origine canadese che vive e lavora a Londra. Egli crediti suo MFA nel 2011 dalla Slade School of Fine Art e ha lavorato strettamente legata con ARTUNER fin dai primi anni 2015. Mostre recenti personali e collettive includono: Alta tensione, Rubell Family Collection, Miami (2016-2017); Progetto 1049, a cura di Paul Kneale e Raphael Hefti, Gstaad (2016); Moscow International Biennale for Young Art 2016; Michael Armitage, Paul Kneale e Tabor Robak, ARTUNER a Palazzo Capris, Torino (2015); Software libero, Galleria di importazione, Berlino (2015); New Abject Launch, David Roberts Foundation, Londra (2015); SEO & Co., Tank TV, Londra (2014); Principi del piacere, Fondation Galeries Lafayette, Parigi (2014); / b / random, Art Gallery of Ontario, Toronto (2014); Young London, V22 Gallery, London (2013). Ha insegnato presso l'Università di Zurigo di Arte e ha contribuito articoli teorici alle pubblicazioni leader come Frieze e Spike, e ha recentelijk esplorato il potenziale dei principali progetti di artisti-organizzato con Fondazione Galeries Lafayette e Luma Foundation.

1/11
Rhys Coren

'Situational Melody',2016 Spray Paint & enamel on board 38.5 x 26 x 1 in 98 x 67 x 3 cm